pubblicato da ansa.it del 14 -10-2019

Anche noi, ci siamo adoperati per dare a Richard Gere la giusta accoglienza che si deve ad un divo di fama internazionale.

Volevamo lasciargli le nostre “chiavi”, ma un po’ diverse da quelle a cui aveva pensato il Sindaco Nardella.

Il volantino, poi, era un suggerimento su come investire meglio il proprio altruismo

Intervista su youtube 15-10-2019 2:16/3:49

BASTA CON LA TRUFFA DELLE STAMPE E DEI VENDITORI ABUSIVI: IL COMUNE INTERVENGA!

Da mesi, a Firenze, si parla della “truffa delle stampe”, messa in atto dai venditori abusivi che, una volta sparsa la loro merce in mezzo alla strada, aspettano che qualcuno la calpesti per pretenderne il pagamento.

Una trappola che, come dimostrato da un noto youtuber e dalle telecamere di “Striscia la notizia”, coinvolge ogni giorno decine di turisti.

Assieme ad alcuni eletti di Fratelli d’Italia, oggi, abbiamo effettuato un blitz sul posto, chiedendo al Comune di mettere in atto le misure necessarie per fermare il fenomeno. Mi batterò in Consiglio Comunale affinché le strade del centro rispecchino la bellezza della nostra città, senza bazar del malaffare a cielo aperto.

Da giorni, a Firenze, si parla del cordolo di via Pistoiese, che ha fatto giustamente infuriare migliaia di cittadini.

Lunedì, in Consiglio Comunale, ho chiesto quale senso avesse: mi è stato risposto che eviterà molti incidenti stradali e che non creerà alcun problema ai mezzi di soccorso, che lo potranno scavalcare tranquillamente.

Un rapido sopralluogo ha confermato i dubbi: le ambulanze faranno strike come a bowling…

DRAGHI (FRATELLI D’ITALIA): CHIEDIAMO L’ISTITUZIONE DI UNA CONSULTA DELL’AMBIENTE. È UN TEMA VITALE, CHE FIRENZE NON DEVE IGNORARE…

Questa mattina – a Palazzo Vecchio – Fratelli d’Italia, insieme ai gruppi dell’opposizione, ha annunciato che chiederà l’istituzione di una Consulta dell’Ambiente.

Tale organo, che esiste già in una cinquantina di città italiane, non è presente a Firenze. Una grave mancanza, sopratutto alla luce delle moltissime Consulte esistenti, create per analizzare i più bizzarri temi.

Questa Consulta, che ho fortemente voluto, si occuperà di tutela del verde; di inquinamento eletettromagnetico, acustico ed atmosferico; di dissesto idrogeologico; di mobilità sostenibile e qualità delle acque; di benessere e qualita della vita. Semplicemente, in tre parole, il nostro futuro.

Adesso vediamo se la maggioranza del Partito Democratico – già proclamatasi “green”, malgrado la vergognosa mattanza di alberi degli ultimi mesi – avrà il coraggio di opporsi.

La tutela dell’eco-sistema, genericamente identificata con una certa sinistra, appartiene di diritto a chi difende il valore delle radici, la bellezza del territorio e la sacralità della Terra, in coerenza con una visione organica, spirituale e tradizionale del cosmo e della natura.

Truffa delle stampe, Draghi: “FdI denunciò il problema 5 mesi prima dello youtuber” da “Il sito di Firenze” del 27/8/2019

Nel marzo scorso siamo andati in Piazza del Duomo, per mostrarvi l’assurda situazione nella quale versa il nostro centro storico, invaso da centinaia di venditori abusivi.

Questo problema – come quello dei “falsi mimi” – è diventato una costante della nostra città: la giunta Nardella, che ha promesso di risolverlo, non si è mai preoccupata di affrontarlo veramente. Eppure, se ci fosse la volontà politica, basterebbe un attimo.

Molti di questi signori – come ci dicono tranquillamente nel video – non hanno mai avuto il “permesso di soggiorno”: sono entrati clandestinamente in Italia e ci restano indisturbati, compiendo reati alla luce del sole.

Questa mattina, alle prime luci dell’alba, mi sono recato – con alcuni dirigenti di Fratelli d’Italia – al deposito Ataf di Viale dei Mille, per salutare gli autisti che affronteranno il Ferragosto in servizio.

Sono piccoli gesti, che però reputo importanti: la vicinanza politica a chi, mentre tutti sono al mare, garantisce la funzionalità di un servizio pubblico. Come loro, tanti altri: sanitari, forze dell’ordine, operatori ecologici e del turismo, commessi e ristoratori.

Oggi abbiamo chiesto al Consiglio Comunale di parlare di Bibbiano e di esprimere solidarietà alle vittime, prendendo le distanze da quell’orribile sistema. 

Niente da fare: il Partito Democratico non ne vuole sapere. A settembre, presenteremo una risoluzione e chiederemo al Comune di scegliere: o con noi o con gli orchi.

Chiederemo anche ai consiglieri e agli assessori della giunta Nardella di indossare un nastrino giallo in segno di vicinanza ai bambini e alle loro famiglie, come è già stato fatto in altri Comuni. È un gesto doveroso, di Civiltà.

Ieri, tornando da una conferenza, sono passato dalla pescaia di Santa Rosa, che non rivedevo da tempo.

Uno spettacolo pietoso, fatto di degrado e di abbandono: l’ennesimo spazio pubblico nelle mani di spacciatori e sbandati, dove il traffico di droga è all’ordine del giorno.

Proporrò di spianare la collinetta che permette di scendere senza controllo lungo il fiume e cercherò di fare in modo che questo spazio venga controllato e rianimato.

Anche oggi alla fermata della tramvia Buonsignori – Liceo Da Vinci, dove alle ore 18 si sono toccati i 39 gradi. L’assenza della pensilina – senza dubbio – è un problema da risolvere.

Nel frattempo, tra qualche giorno – assieme ai colleghi di Forza Italia – porteremo un gazebo sul posto, per rendere più sopportabile quella interminabile attesa.

Oggi sono stato a constatare l’assenza della regolare pensilina alla fermata Bonsignori-Liceo Da Vinci, sulla linea 2 della tramvia.

La pensilina, infatti, è stata inserita da una parte sola, lasciando uno dei due lati in balia della pioggia o del sole cocente.

Lo chiederemo direttamente al sindaco, con l’auto di Jacopo Cellai e Mario Razzanelli

Oggi sono stato a constatare l’assenza della regolare pensilina alla fermata Bonsignori-Liceo Da Vinci, sulla linea 2 della tramvia. La pensilina, infatti, è stata inserita da una parte sola, lasciando uno dei due lati in balia della pioggia o del sole cocente. Lo chiederemo direttamente al sindaco, con l’auto di Jacopo Cellai e Mario Razzanelli…

Pubblicato da Alessandro Draghi su Lunedì 1 luglio 2019