Via Scipione Ammirato e via Colletta perdono 34 posti auto e 42 per i motorini

di Lorenzo Sarra – corrierefiorentino.corriere.it

met.cittametropolitana.fi.it – Le associazioni premiate

UFFICIO STAMPA COMUNE DI FIRENZE FESTA DELLA REPUBBLICA IN PIAZZA DELLA SIGNORIA ARENGARIO DI PALAZZO VECCHIO Enrico Ramerini/ Cge fotogiornalismo


Un estratto del mio intervento in Commissione Controllo, durante l’audizione del Presidente del Maggio Fiorentino Alexander Pereira

video.sky.it

RTV38-TG

RAInews.it/tgr/toscana 31.05.2022 min 10:56

Rassegna stampa da: ansa.it firenze.repubblica.it lanazione.it corrierefiorentino.firenze.it ilfattoquotidiano.it controradio.it iltirreno.gelocal.it cgilfirenze.it met.provincia.fi.it nove.firenze.it derstandard.at

Firenze, FdI attacca: “A spese del Maggio Pereira fa acquisti in pescheria e dal fornaio”

I branzini e l’elicottero, i rimborsi d’oro del sovrintendente del Maggio fiorentino Alexander Pereira

Firenze, le spese di Pereira al Maggio: “Tutto documentato”, si difende il sovrintendente

Corte dei conti, doppia inchiesta sulle spese di Pereira

Maggio Fiorentino, anche la procura apre un’inchiesta sulle spese di Pereira: “Grazie a me il Maggio non è fallito

Le spese di Pereira, due questioni da risolvere per fare chiarezza

Il sovrintendente Pereira: “Teatro del Maggio troppo grande per Firenze”

Un fascicolo per le spese pazze del Maggio

Più sobrietà non avrebbe fatto male” Lo stupore dei sindacati sulle spese di Pereira

Spese di Pereira, nuovi attacchi “Carta usata durante il lockdown”

Maggio, le spese di Pereira “Io cucino per gli artisti”

“Per i viaggi all’estero serve l’ok” Spunta il regolamento del Mibact

Pereira oggi in commissione a Palazzo Vecchio. Maggio: nel 2022 meno entrate

Pereira il processo in Comune “Senza di me il Maggio falliva”

Firenze, la Corte dei conti indaga sulle spese del sovrintendente del Maggio Musicale Fiorentino. La replica: “Tutto regolare”

Maggio, attacco a spese Pereira. Ma lui: “Sono utili”

Pereira, Maggio falliva senza sponsor, mie spese corrette

Maggio, Consiglio Toscana: “stop a ulteriori contributi, prima chiarire su caso Pereira’

Maggio Fiorentino, crollano gli abbonati dopo le “spese pazze” del numero uno Pereira: «Non sono un truffatore»

Le spese pazze del sovrintendente del Maggio in pescheria, la Corte dei conti apre un’inchiesta

Maggio, Giani non sostiene Pereira: «Il mio imbarazzo per quelle spese»

FdI attacca il sovrintendente del Maggio: “Acquisti in pescheria con la carta aziendale”

Regione: Voto unanime su un odg di Fratelli d’Italia sul Maggio Fiorentino

Assolirica sdegnata dalla vicenda di Alexander Pereira

Alexander Pereira wegen Ausgaben in Florenz unter Beschuss

Commissione di controllo – Audizione Soprintendente Pereira
consegna cover

Il capogruppo Draghi: “Occorre cambiare, troppi i problemi per i cittadini”

A questo link la possibilità di firmare on line: https://bit.ly/3y12KEO

Redazione Nove da Firenze – 27 aprile 2022 11:35

Draghi, Marcheschi, Ranieri e Sirello (FdI): “Spesa una cifra spropositata”. La replica di Giorgetti

Redazione Nove da Firenze 16 febbraio 2022

Mozione del capogruppo di FdI Draghi in commissione cultura: fascia tricolore per il Capodanno fiorentino. Nessuno mai, qui, ha ricoperto simbolicamente il ruolo che invece Roma attribuì al celebre attore

di Emanuele Baldi lanazione.it

Il Circolo di San Salvi

Sull’Andrea del Sarto ora indaga anche la Procura della Corte dei Conti

Articolo di Ernesto Ferrara – La Repubblica Firenze 21 gennaio 2022

‘Pd vuole sventrare Firenze’ FIRENZE (ANSA) – FIRENZE, 12 OTT –

“Con l’approvazione della Vacs, cioè la variante della tramvia che collegherà piazza della Libertà a piazza San Marco, il Pd si appresta a sventrare Firenze, sacrificando parte del nostro patrimonio storico, architettonico ed artistico”. È quanto dichiarato dal capogruppo di Fratelli d’Italia a Palazzo Vecchio Alessandro Draghi insieme al consigliere Jacopo Cellai, nel corso di una conferenza stampa in cui è stata lanciata la raccolta di firme contro il progetto, con un gazebo in piazza San Marco. Tra i presenti anche il capogruppo in Consiglio regionale Francesco Torselli e il vicepresidente dell’assemblea nazionale Paolo Marcheschi.

Oltre al gazebo (che ‘girerà vari luoghi della città fino a fine novembre), sarà possibile firmare online https://docs.google.com/forms/d/1eGWKcHqHhfaxiyJ39ryvXeuBUPoAuO26mzv3Ln3Qjg0/edit e col Qr code.

Draghi e Cellai hanno sottolineato che “oltre ai lavori necessari per i binari, infatti, verranno apposti fili, pali e ganci sui palazzi d’epoca, deturpando in maniera irreversibile una delle aree più belle e significative della città. Il progetto è totalmente sbagliato perché elimina posti auto danneggiando i residenti, utilizza una tecnologia obsoleta, non ha utilità pratica, e inoltre nessun abitante è stato coinvolto attivamente nella decisione”.

“La tramvia non deve arrivare fino a piazza San Marco – ha ribadito Torselli -. E’ evidente che il Pd non ha a cuore il patrimonio artistico e architettonico della nostra città”.

“In un momento in cui è in corso un’indagine – ha concluso Marcheschi – che ha messo sotto la lente di ingrandimento i rapporti tra Comune e società che gestisce la tramvia ci pare inopportuno iniziare nuovi lavori con nuovi finanziamenti”. (ANSA).

Fratelli d’Italia presenta una mozione in Comune

Nella città metropolitana di Firenze non esiste un numero telefonico dedicato per le famiglie che fossero intenzionate ad avere informazioni su associazioni ed esperti come risposta a problematiche familiari di vario tipo: conflittualità, incomprensioni, diffidenza, povertà, difficoltà scolastiche o lavorative, gelosie, alcolismo. Siamo convinti che istituire un numero verde per affrontare queste forme di disagio sarebbe un servizio utile e molto apprezzato dai cittadini”. Lo dichiara il capogruppo di Fratelli d’Italia Alessandro Draghi, firmatario insieme al consigliere Jacopo Cellai di una mozione che invita il sindaco “a favorire iniziative volte alla sensibilizzazione del problema.

Come Comune dovremmo essere in prima linea per queste problematiche, e il numero verde potrebbe essere un primo strumento utile per incidere sul fenomeno. Nei quartieri fiorentini esiste già la rete di solidarietà, che riunisce tutte quelle associazioni che assistono i cittadini. Questa potrebbe essere una occasione valida per ampliare questo servizio alle problematiche familiari.

pubblicato da lanazione.it/firenze