pubblicato 11 maggio 2020 su stamptoscana.it

Oggi, durante il Consiglio comunale, ho indossato – simbolicamente – il grembiule da parrucchiere, esprimendo solidarietà ai tanti negozi di questo settore ancora impossibilitati a riaprire. Le conseguenze saranno devastanti se non provvediamo immediatamente a far ripartire l’economia. Occorre farlo in sicurezza e alla svelta. In molte altre Regioni d’Italia, le attività di parrucchieri, barbieri ed estetica hanno già riaperto. Sarebbe doveroso farlo anche in Toscana, dove l’impatto del Covid è stato minore rispetto ad altri luoghi.