‘Pd vuole sventrare Firenze’ FIRENZE (ANSA) – FIRENZE, 12 OTT –

“Con l’approvazione della Vacs, cioè la variante della tramvia che collegherà piazza della Libertà a piazza San Marco, il Pd si appresta a sventrare Firenze, sacrificando parte del nostro patrimonio storico, architettonico ed artistico”. È quanto dichiarato dal capogruppo di Fratelli d’Italia a Palazzo Vecchio Alessandro Draghi insieme al consigliere Jacopo Cellai, nel corso di una conferenza stampa in cui è stata lanciata la raccolta di firme contro il progetto, con un gazebo in piazza San Marco. Tra i presenti anche il capogruppo in Consiglio regionale Francesco Torselli e il vicepresidente dell’assemblea nazionale Paolo Marcheschi.

Oltre al gazebo (che ‘girerà vari luoghi della città fino a fine novembre), sarà possibile firmare online https://docs.google.com/forms/d/1eGWKcHqHhfaxiyJ39ryvXeuBUPoAuO26mzv3Ln3Qjg0/edit e col Qr code.

Draghi e Cellai hanno sottolineato che “oltre ai lavori necessari per i binari, infatti, verranno apposti fili, pali e ganci sui palazzi d’epoca, deturpando in maniera irreversibile una delle aree più belle e significative della città. Il progetto è totalmente sbagliato perché elimina posti auto danneggiando i residenti, utilizza una tecnologia obsoleta, non ha utilità pratica, e inoltre nessun abitante è stato coinvolto attivamente nella decisione”.

“La tramvia non deve arrivare fino a piazza San Marco – ha ribadito Torselli -. E’ evidente che il Pd non ha a cuore il patrimonio artistico e architettonico della nostra città”.

“In un momento in cui è in corso un’indagine – ha concluso Marcheschi – che ha messo sotto la lente di ingrandimento i rapporti tra Comune e società che gestisce la tramvia ci pare inopportuno iniziare nuovi lavori con nuovi finanziamenti”. (ANSA).